PETIZIONE MAXIEOLICO MTRE

Abbiamo già scritto ciò che pensiamo sull’eolico diverso tempo fa in questo articolo. Oggi lo ribadiamo e lo confermiamo in maniera ancora più decisa. Vi preghiamo di leggerlo, perchè non vogliamo essere accusati di essere i soliti ambientalisti della domenica che vanno contro gli impianti da fonti rinnovabili. Sia chiaro che ciò che non tolleriamo sono le SCELTE OTTUSE CHE AVVANTAGGIANO POCHI A SFAVORE DI TUTTA LA COMUNITA’!!!

Il Movimento 5 Stelle Fabriano con questo articolo appoggia “Il Comitato Difesa Campodiegoli” dal quale è nata tale iniziativa. Cercheremo di aiutare il Comitato nella sua battaglia e proveremo almeno a denunciare quanto sta avvenendo. Il nostro appoggio non deriva da comodità od opporunità politica, non ci interessa piantare la bandierina, né cerchiamo alcunchè in cambio, il nostro sostegno nasce da quel PATTO DI AIUTO RECIPROCO che dovrebbe esistere tra noi cittatidìni e tra quanti stanno lottando per i BENI COMUNI!!!

Per questo ti chiediamo di aderire alla petizione e di diffonderla il più possibile,  poiché, finchè la regione Marche non avrà preso una decisione in merito, continueremo a sollecitarla al fine di non svendere la nostra terra. Con la tua adesione invierai la seguente e-mail al Geologo David Piccinini (Dirigente della Posizione di Funzione Valutazioni ed Autorizzazioni Ambientali, Valutazioni ambientali di Piani, Programmi e Progetti, Autorizzazioni ambientali per impianti industriali).

IMPORTANTE: Dopo aver firmato la petizione il sistema ti invierà una email di conferma all’indirizzo da te inserito. Solo cliccando il link che ti arriverà darai l’effettiva conferma per inviare l’email.

“Buongiorno Dott. Piccinini,
      le scriviamo in merito al progetto della centrale eolica di Campodiegoli nel Comune di Fabriano per chiederle di concludere tale procedimento con diniego, tutelando così il nostro amato Appennino, un’area di grandissimo valore naturalistico e paesaggistico, come pure emerso dai pareri tecnici dei vari Enti in sede di conferenza dei servizi. Il nostro paesaggio e la biodiversità presente in questo territorio sono beni comuni ed universali e non possono essere manomessi da progetti scellerati che portano vantaggi per pochi imprenditori a discapito di tutta la comunità. Come accaduto per Urbania e Sassoferrato, perché a Fabriano non è stato fatto un referendum? Perché i cittadini fabrianesi non sapevano nulla? Perché la Regione Marche non ha ancora concluso questo procedimento? La scelta sbagliata di oggi la pagheranno i nostri figli domani, il nostro territorio è il loro, noi lo abbiamo solo preso in prestito, non lo deturpiamo, ma tuteliamolo, valorizziamolo e riconsegniamoglielo sperando che ne sapranno fare un uso migliore.

Con l’occasione le porgo i miei più cordiali saluti e le auguro un buon natale.”

[emailpetition id=”2″ class=”aligncenter”]

 

 

Maxi impianti eolici ed il parco a Campodiegoli

  • Noi siamo favorevoli all’eolico mini e diffuso e non al maxi eolico che in Italia viene fatto solo perché i contributi sono i più pagati e sono mediamente più del doppio di quelli che pagano gli altri stati europei (anomalia tutta italiana).
  • Un progetto che contempla la costruzione di 5 torri da 130 metri deve essere condiviso con la popolazione e non cadere dall’alto come è successo questa volta.
  • Vi siete mai chiesti perché le aziende che finanziano questi mega impianti, eolici o fotovoltaici, anziché comprare i terreni li affittano? Perché se nei successivi 15/20 anni la ditta magari chiude o fallisce la responsabilità dello smaltimento ricade tutta sul proprietario del terreno.
  • Viene anche detto che investimenti di questo tipo portano lavoro che però coinvolge al massimo 15/20 persone (in particolare movimento terra e operai) per 6/8 mesi e poi per i successivi 15/20 anni solo 2 tecnici specializzati che spesso sono di ditte non presenti sul territorio.
  • Sapevate che la ditta che realizzerà questo impianto da 16,5 milioni di euro è una s.r.l. con 20.000 euro di capitale sociale?
  • A differenza di quello che normalmente si crede, questo tipo di pale, per produrre energia non basta che girino ma serve un vento tra i 12,5 e i 25 m/s perché se è minore la produzione non è significativa, se è superiore, per una serie di motivi tecnici, devono essere frenate e questo a sua volta richiede energia.
  • A differenza di quello che si pensa questi impianti sono notevolmente rumorosi e questo nel tempo porta ad un danno fisico per chi abita in prossimità di detti impianti e l’abbandono della zona da parte di tutti gli animali selvatici o da pascolo.
  • In ultima analisi l’aspetto paesaggistico, che in realtà piccole come la nostra, viene stravolto irreparabilmente tant’è che questi maxi-impianti in altri paesi vengono normalmente costruiti in zone pianeggianti, scarsamente popolate e spesso desertificate

Per quanto sopra noi siamo contrari al parco eolico di Campodiegoli.