SAGRAMOLA: REFERENDUM ? NO GRAZIE !!!

Scadrà il 12 Febbraio il termine ultimo per aderire alla richiesta di referendum abrogativo della riforma sanitaria regionale. Mentre altri comuni richiedono il referendum con approvazione in consiglio comunale (Montelabbate, Castelfidardo, Osimo) FABRIANO SI DEFILA.
DOPO ORE DI TREPIDA ATTESA è finalmente giunta la risposta del Sindaco Sagramola alla richiesta di indire un Consiglio Comunale urgente per valutare la proposta referendaria del M5S. Quella stessa riforma, che in un prossimo futuro porterà ad un ridimensionamento della nostra struttura ospedaliera i cui primi effetti si traducono nella chiusura del “punto nascite”.

Mentre il sindaco di un comune a noi vicino (Osimo), con il quale Fabriano condivide la chiusura del “punto nascite”, si esprime favorevolmente alla richiesta presentata dai nostri Consiglieri Regionali, Sagramola ci fa sapere che:

“….QUESTA AMMINISTRAZIONE NON E’ CONTRO LA RIFORMA SANITARIA, MA DISSENTE SULLE MODALITÀ’ ATTUATIVE AVVENUTE NELL’ULTIMA PARTE DEL 2015”

sagramola

Ancora una volta constatiamo la volontà di non dare la possibilità ai cittadini di esprimersi sui temi importanti. E’ oltretutto evidente la pochezza del respiro politico della nostra amministrazione, INUTILE INCONTRARSI CON CERISCIOLI PER ELEMOSINARE LA SALVEZZA DEL NOSTRO PUNTO NASCITE QUANDO LA SANITÀ REGIONALE VIENE FATTA A PEZZI.

Noi non ci arrendiamo, se mancano 20 SINDACI CORAGGIOSI troveremo allora 20000 CITTADINI CON LE PALLE !!

MoVimento 5 Stelle Fabriano

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *