CONSORZIO DI BONIFICA…

Sito consorzio marche:   http://www.bonificamarche.it/

Link documento editabile online:
http://www.bonificamarche.it/ATTACH/1/BLOG/226-795-RICHIESTA%20DI%20DISCARICO%20PARZIALE%20O%20TOTALE.pdf

Modulo da scaricare: 226-795-RICHIESTA DI DISCARICO PARZIALE O TOTALE

ESEMPIO COMPILAZIONE MODULO

photo_2015-07-14_16-12-45Da mandare tramite FAX 0721/379092 oppure tramite email settoreruoli@bonificamarche.it

Segnaliamo i seguenti riferimenti normativi

La sentenza 654/2012 della Cassazione stabilisce che i proprietari degli immobili siti nel comprensorio concorrano alle spese relative alle opere consortili solo se i beni di loro proprietà traggano beneficio dalle opere. L’utilità, poi, dev’essere diretta e specifica, strettamente connessa all’immobile e tale da incrementarne il valore, non essendo sufficiente un vantaggio che costituisca mero riflesso dell’inclusione del bene nel comprensorio di bonifica’.

MARCHE, L.R. n. 13/2013 (Art. 6 – Partecipazione al consorzio e ruoli di contribuenza)
2.La contribuenza per gli immobili che traggono beneficio dall’attività del consorzio è determinata sulla base di un piano di classifica e di riparto per ogni comprensorio, deliberato dal consorzio, viste le delibere dei comprensori e in attuazione degli indirizzi stabiliti dalla Giunta regionale, solo in assolvimento degli obblighi a carico dei privati ai sensi dell’articolo 868 del codice civile.
…………….
5.La contribuenza determinata sulla base del piano di classifica e di riparto e per l’attuazione del piano di bonifica o qualora gli enti locali si avvalgono delle convenzioni di cui all’articolo 3, comma 3, deve essere trasmessa o comunicata preventivamente a tutti gli interessati, che ne devono conoscere l’utilizzo, e le modalità di riscossione devono restare in capo al consorzio.

Movimento 5 Stelle Fabriano

2 Replies to “CONSORZIO DI BONIFICA…”

  1. In particolare il sottoscritto proprio l’anno scorso, dopo aver chiesto e ricevuto regolare permesso dalla provincia, ha provveduto alla manutenzione di tutti i fossi che toccano il proprio terreno. Quindi il discorso risulta particolarmente ingiusto.

  2. Mi chiedo se un ente obbligatorio possa esimersi dall’osservare la costituzione nell’esercizio delle sue funzioni, nello specifico l’art. 3 ” L’uguaglianza di tutti i cittadini di fronte alla legge. L’elezioni del consiglio d’amministrazione diviso in tre liste dove i seggi sono assegnati in proporzione alla contribuenza pagata fa si che una minoranza che beneficia del servizio irriguo prevalga sulla maggioranza dei coattivamente associati e ciò in virtù di legge.Il servizio irriguo è un fatto volontario e contrattuale che astutamente viene spacciato come contributo per la bonifica. Prerogativa delle associazione agricole è il saper veicolare i consensi elettorali verso i partiti che li tutelano. Cambiamo il sistema elettorale e i consorzi saranno amministrati dalla volontà popolare espressa mediante voto paritario. “Una testa un voto”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *