LETTERA APERTA AL MIO CANDIDATO SINDACO…

foto-da-william-giordano

Gabriele tu sei quel che sei grazie a ciò che siamo tutti!

Ciao Gabriele, ti scrivo con un pizzico di emozione, scorrono, come da un finestrino di un treno in corsa, i fotogrammi di un viaggio esaltante che tutti insieme, grazie al Movimento 5 Stelle, abbiamo e stiamo vivendo. Ricordo ancora il primo incontro, tipo quattro amici al bar, quando decidemmo che a Fabriano il piatto dell’indecenza politica era colmo e che era il momento di dare un progetto per il futuro della nostra comunità. Poi le elezioni comunali nel 2012, mi avete dato l’onore di rappresentarvi come portavoce a candidato sindaco, qualcuno ci disse che occhio e croce avremo preso massimo tra il 3/4%, arrivammo quasi al 16% e il veggente ci guardò da dietro.

Io e Sergio in Consiglio Comunale, 5 anni passati a lavorare dando il nostro meglio per Fabriano, sempre a disposizione dei cittadini, aprendo quella scatoletta di tonno dove quello che abbiamo trovato dentro non era pesce ma la puzza di qualcosa ormai andato a male. In mezzo le politiche del 2013 con Patrizia e Serenella elette, la delusione delle Europee e poi le Regionali nel 2015 dove, Gabriele, abbiamo mancato, per una manciata di voti, la tua elezione in Regione avendo avuto, grazie a te, il merito di non far entrare a Palazzo Raffaello, qualche tronfio della politica fabrianese. Poi il problema di salute di Sergio che ci ha tagliato un po’ a tutti le gambe, ci manca tutto di lui, la sua generosità senza limiti, la sua capacità di stare in mezzo alla gente in amicizia e quel sano vaffanculo da non lesinare mai a chi ha mancato di rispetto a questa città. E’ proprio per tutto il percorso fatto e con una decisione unanime e condivisa da tutti che tu Gabriele sei orgogliosamente il mio candidato sindaco, estremamente preparato conosci bene lo stato centrale grazie alla collaborazione con Patrizia alla Camera dei Deputati, analizzi e sai leggere benissimo tutte le situazioni, dote indispensabile quando da Sindaco, insieme, disegneremo un’altra Fabriano. Sarà vivace, virtuosa e solidale, capace di ascoltare e dare risposte ai bisogni dei cittadini e delle famiglie, rispettosa del territorio, dei beni comuni e della salute, volano di nuove opportunità di lavoro, promotrice di benessere e di crescita culturale. Guidata da un’amministrazione sobria, fresca e competente. Fabriano ha bisogno di un vero progetto di cambiamento. E questo non può certo essere concepito e tanto meno realizzato da chi ha già rivestito più volte incarichi di governo cittadino ed oggi cerca di proporsi come nuovo al centro della scena politica Fabrianese.

Ti passo insieme a Sergio orgogliosamente una sorta di testimone, pensiamo di aver tirato, come ciclisti, una volata importante che solo tu, insieme a tutti noi, puoi completare. Fausto Coppi diceva che per un corridore il momento più esaltante non è quando si taglia il traguardo da vincitori. E’ invece quello della decisione, di quando si decide di scattare, di quando si decide di andare avanti. Vamos Gabriele!!!

Joselito Arcioni – Portavoce del MoVimento 5 Stelle al Comune di Fabriano

Tour dei candidati

Chi vuole informarsi lo farà! Chi preferisce continuare a dire che non abbiamo un programma continuerà a recitare questo mantra fino a convincersene!    Come prima siamo stati tra di voi, in campagna elettorale saremo nuovamente tra la gente per parlare e sopratutto per ascoltare, a dimostrazione che anche dopo le elezioni saremo dalla vostra parte!

Noi stiamo al nostro posto perchè è importante sapere da che parte stare!!

Staff – Movimento 5 Stelle Fabriano

Un anno vissuto… a 5 stelle!

candelina sulla torta per festeggiare il primo annoIl MoVimento 5 Stelle Fabriano all’inizio del 2013 getta lo sguardo alle spalle e lungo il percorso intrapreso, e a partire da Maggio vede spuntare tanti piccoli germogli, frutto del lavoro di questi otto mesi. Sono germogli che presto, siamo sicuri, diventeranno alberi rigogliosi perché l’impegno che stiamo mettendo nel portare avanti i temi inseriti nel nostro programma, uniti alla carica e al coraggio che le persone ci trasmettono spronandoci a non fermarci, rappresentano un mix che per forza di cose è destinato a dare i suoi frutti.

Possiamo dire con orgoglio di aver stupito tutti, compresi coloro che all’inizio ci additavano come inesperti e quindi impreparati ad affrontare l’attività consiliare all’interno di una amministrazione che sta operando in uno dei momenti più difficili della storia della nostra città. All’interno del Consiglio Comunale abbiamo portato tematiche importanti cercando di essere portavoce dei diritti e delle esigenze profonde dei cittadini ed evitando di impegnare la Giunta con i piccoli problemi che possono essere risolti in maniera più efficace stabilendo un rapporto di collaborazione con gli uffici comunali.

Le tematiche affrontate

Stiamo stimolando Sindaco e Assessori sul tema della trasparenza che riteniamo un essenziale punto di partenza se si vuole fare in modo che i cittadini tornino ad interessarsi direttamente dell’amministrazione della città.

Ci siamo schierati apertamente a fianco del Comitato Acqua Bene Comune intraprendendo una battaglia contro l’arroganza della Multiservizi che, spalleggiata dal silenzio della passata e dell’attuale amministrazione, sta attuando una politica di gestione del servizio idrico che va nella direzione opposta al risultato del Referendum del 2011 con il quale i cittadini hanno deciso, in maniera inequivocabile, che la gestione dell’acqua deve tornare in mano al pubblico. Per questo abbiamo avviato una raccolta firme per chiedere che venga rimborsata la quota relativa alla remunerazione del capitale investito e presto consegneremo i circa 500 moduli che i cittadini hanno compilato e firmato. Abbiamo già in cantiere un’altra interpellanza con la quale cercheremo di capire se sia corretto da parte delle Multiservizi inserire nelle bollette quella che loro chiamano “quota vincolata” relativa alla realizzazione dei depuratori destinati a quelle utenze che attualmente non usufruiscono di tale servizio.

A suon di accesso agli atti e di dialogo sempre aperto con l’Istituto Tecnico Agrario e la Residenza Protetta Vittorio Emanuele stiamo cercando di scongiurare la costruzione della nuova struttura prevista sui terreni della scuola. Un progetto che riteniamo oltre che inutile anche dannoso sia per le casse del Comune sia per il futuro dell’attività del Vivarelli. Su questo fronte ascoltando le esigenze degli studenti e degli ospiti della struttura stiamo proponendo delle alternative valide che si basano fondamentalmente su interventi di miglioramento dell’esistente.

Abbiamo cercato di aprire un dialogo tra l’amministrazione e il mondo dell’imprenditoria locale per capire che tipo di collaborazione può essere intrapresa, da che parte stiamo andando e quali siano le prospettive a livello occupazionale per il futuro del territorio. Ma il silenzio assordante degli imprenditori che non si sono presentati al Consiglio Comunale aperto, organizzato su nostra richiesta, è valso forse più di mille parole.

Nella convinzione profonda che la natura che ci circonda rappresenti il bene più prezioso che possediamo, e che quindi deve essere valorizzato cercando di “sfruttarne” tutte le potenzialità a livello di attrazione turistica e di ben-vivere, siamo in stretto contatto con i comitati nati a tutela del territorio. Con loro abbiamo attivato un circuito virtuoso di collaborazione e insieme stiamo facendo informazione organizzando incontri pubblici come il I° Forum Civico Energetico, tenutosi a metà dicembre, che ha visto la partecipazione di molti cittadini e con il quale abbiamo proposto la nostra idea di buona applicazione delle tecnologie per la produzione di energia a partire dalle fonti rinnovabili che dovrebbero essere al servizio del territorio e non viceversa. Presto ne organizzeremo altri per parlare di riqualificazione energetica degli edifici perché crediamo nel fatto che l’energia più pulita sia quella che non si spreca.

Verranno discusse altre mozioni, presentate dal MoVimento 5 Stelle, che hanno l’obiettivo di facilitare i rapporti dei cittadini con gli enti locali, come ad esempio con il Parco della Gola della Rossa e di Frasassi che gestisce una grande fetta del nostro territorio; di chiarire alcuni aspetti della raccolta differenziata a partire dall’attività di sanificazione dei contenitori condominiali. Chiederemo di modificare le aliquote dell’IMU per andare incontro soprattutto a coloro che vivono con la pensione minima o comunque con un reddito mensile più basso della tassa stessa.

Insomma, ci stiamo dando da fare per tutelare i diritti di tutti e gettare le basi per una comunità che torni ad interessarsi direttamente della gestione della città.

Ed ora ci aspetta un periodo impegnativo ed entusiasmante nel quale quattro ragazzi fabrianesi attivisti del MoVimento 5 Stelle se la vedranno con le elezioni politiche. Sono Serenella Fucksia, capolista al Senato, Patrizia Terzoni, Gabriele Santarelli e Cristiano Pascucci rispettivamente terza, ottavo e quattordicesimo nella lista per la Camera.

In appena otto mesi abbiamo fatto questo e tanto altro, ed è veramente difficile mettere tutto all’interno di poche righe ! Niente di tutto ciò sarebbe stato possibile senza il lavoro di tante persone e senza l’appoggio di tanti cittadini che ora chiamiamo a raccolta per compiere questo ulteriore sforzo: avere all’interno del Parlamento delle persone che diano voce alla città e alla Regione garantendo trasparenza e dedizione completa.

Il 2013 sarà un nuovo grande anno… a Cinque Stelle !

Gabriele Santarelli – MoVimento 5 Stelle Fabriano